Volume, una scommessa vincente in piazza Santo Spirito

Quando il “Volume” aprì, nella primavera del 2010, sembrò da subito un locale innovativo, soprattutto per l’arredamento. Ricavato in un laboratorio di una delle piazze più belle della città, pieno di poltrone diverse, tutte molto comode, e soprattutto, sparse ovunque, mensole di libri e vetrine piene di statue in legno: appartengono al vecchio proprietario, un falegname che con gli anni si è trasformato in vero e proprio artista.

C’erano tutte le premesse perché diventasse, insomma, il miglior locale della piazza e così è stato: il “Volume” è affollatissimo dall’aperitivo in poi, soprattutto nelle serate in cui si organizzano concerti di musica dal vivo.

Eppure noi continuiamo a preferirlo di giorno, quando è meno affollato, quando si può sprofondare a leggere uno dei numerosi giornali nelle poltrone e scoprire, alcune ore dopo, che si è trascorsa l’intera mattinata accompagnati dalla musica di sottofondo.

Un po’ delusi per non aver trovato il brunch domenicale che avevamo provato l’estate scorsa (tornerà con la bella stagione?) abbiamo deciso di costruircelo da soli: una brioches alla crema, servita tiepida e davvero buonissima (e ci hanno svelato qual è il segreto: arriva da Dolcissima, il laboratorio artigiano della vicina Via de’ Serragli), un cappuccino schiumoso, una spremuta fresca, un caffè americano – non eccellente, bisogna ammetterlo, visto che si trattava di un semplice caffè lungo con aggiunta di acqua bollente –, una fetta di torta salata e due deliziosi paninetti, con pane di segale, prosciutto e insalata.

Siamo davvero troppo entusiasti di Volume per trovare dei difetti a una colazione che è stata buona e soprattutto – qualità rara – lenta e lunghissima, perfetta per una domenica mattina in cui la piazza era affollata dai banchi del mercatino biologico.

Forse, dobbiamo ammetterlo, uno dei difetti del locale è il ricambio continuo del personale: alcuni dei baristi, giovanissimi, ci sono sembrati un po’ inesperti, ma non abbiamo dubbi che sapranno imparare in fretta.


Pin It
Questa recensione è anche su Stay.com

Perché questo sito funzioni, e perché funzioni bene, ma soprattutto perché vi piaccia, utilizziamo i cookies, come del resto ogni altro sito al mondo. Purtroppo chi si occupa di privacy non ha la più vaga idea di cosa faccia e ci costringe a notificarvi una pagina che vi dice cosa ne facciamo dei vostri dati. Che poi vorremmo farveli leggere per vedere se vi riconoscete.
Ecco qui (leggetele) le nostre linee guida sui cookies