E se ti diciamo un cappuccino con poco caffè, se non ti spiace, ce lo fai come diciamo noi

Se sei una pasticceria e, quindi, oltre alle classiche brioche offri tutto quel bendidio, allora vuoi vincere facile.

Alla pasticceria Excelsa, in viale Stelvio a Milano, è difficile resistere alla tentazione di abbandonare la classica brioche in favore di un cannolo o di una crostatina di frutta. Noi però non ci siamo lasciati ammaliare dal canto delle sirene (leggi anche: babà al rum o bignè alla crema), e con voce ferma abbiamo ordinato una brioche alla marmellata.

E qui la prima sorpresa: la signora ci chiede “albicocca o frutti di bosco” e sul nostro volto dev’essere comparsa un’espressione tra la meraviglia e l’incredulità. Cioè, non è che proprio tutti i giorni capita di poter scegliere tra due gusti di marmellate, oltre al cioccolato, alla crema e alla semplicità della brioche vuota. Metteteci pure che le suddette brioche sono di produzione artigianale e la pasta sfoglia non si disfa in mille briciole al primo morso, ma resta soffice come piace a noi.

Il locale è a forma di elle, da una parte la pasticceria e dall’altro il bancone del bar, dove noi abbiamo ordinato un cappuccino. E qui, purtroppo, il barista si è giocato la possibilità di guadagnarsi la nostra personale stelletta. Abbiamo ordinato un cappuccino, chiedendo però “appena un goccio di caffè”. Già dalla sua espressione avremmo dovuto capire tutto: ci guarda con lo sguardo contraddetto di chi pensa che il cappuccino si faccia solo come dice lui, punto e basta. Ma tenta di assecondarci rispondendoci un rassicurante “va bene”, smentito poi alla prova del sorso.

Il caffè si sente eccome, troppo per i nostri gusti. Eppure, credevamo di essere stati chiari. Ci consoliamo con la brioche, seduti a un tavolino, mentre osserviamo l’arredo: il rosso predomina su tutto, accostato a un giallo sgargiante. Alcuni accostamenti sono davvero inspiegabili, come la moto Kawasaki esposta in vetrina, proprio accanto alle torte.

Non chiediamo spiegazioni, ci limitiamo a pensare che a volte, per la smania di essere originali, si finisce per essere kitsch.


Pin It
. 94 checkin in questo locale. U 0 persone presenti in questo momento
  • elpaskich
    Se non entri in giacca e cravatta ti snobbano e quasi non ti salutano!!! pessimi
    elpaskich - 13/03/2011 - 23:03
  • Laura P.
    Purtroppo da fine settembre ha chiuso!
    Laura P. - 4/11/2012 - 09:11
  • Sergio Ferraro
    Il servizio al tavolo prevede un sovrapprezzo: per esempio un latte macchiato costa 3.10 €. Le brioches non sono un granchè.
    Sergio Ferraro - 4/09/2011 - 08:09
powered by Foursquare

Perché questo sito funzioni, e perché funzioni bene, ma soprattutto perché vi piaccia, utilizziamo i cookies, come del resto ogni altro sito al mondo. Purtroppo chi si occupa di privacy non ha la più vaga idea di cosa faccia e ci costringe a notificarvi una pagina che vi dice cosa ne facciamo dei vostri dati. Che poi vorremmo farveli leggere per vedere se vi riconoscete.
Ecco qui (leggetele) le nostre linee guida sui cookies