La colazione a Verona dalla Bottiglieria Corsini, una piacevole sorpresa

Tra bottiglie di vino che troneggiano sulle pareti, centinaia di tappi di sughero collezionati nel tempo e affettatrici dal gusto vintage viene da chiedersi: ma da Corsini che ce la diano la colazione? La risposta è si, e ci sanno anche fare!

Siamo entrati con un grande punto di domanda sulla testa, che è sparito con un “puff” appena abbiamo visto sul bancone il colore delle arance fresche e una discreta scelta di brioche e muffin. Apprezzabile anche la presentazione, i cartellini delle brioche scritti a mano danno l’idea di quell’attenzione in più. Ci ha incuriosito la treccia con lo sciroppo d’acero, non troppo dolce e un po’ diversa dal solito, la sfoglia non è delle migliori ma nel complesso supera la prova con una sufficienza piena. Il macchiatone invece di tutto rispetto, proporzioni e schiuma di latte fatte come si deve. Prova che anche alla colazione viene data la giusta importanza, nonostante le bottiglie che se la ridono dall’alto.

La bottiglieria Corsini è un locale ampio e luminoso, un open space diviso in una zona bar molto accogliente e un’area più protetta dove, a pranzo e a cena, si può mangiare. Anche il bancone è piuttosto grande, quindi c’è chi fa colazione in piedi e chi si accomoda per leggere il giornale, in ogni caso ognuno ha il suo spazio. Molto gentili i baristi.

“A meal without wine is called breakfast” si dice, e qui potrebbe anche venire la tentazione di fare uno strappo alla regola, ma non sarebbe una di quelle scelte vincenti che predispongono a proseguire al meglio la giornata.

Quindi facciamo i bravi.


Pin It
Questa recensione è anche su Nuok

Perché questo sito funzioni, e perché funzioni bene, ma soprattutto perché vi piaccia, utilizziamo i cookies, come del resto ogni altro sito al mondo. Purtroppo chi si occupa di privacy non ha la più vaga idea di cosa faccia e ci costringe a notificarvi una pagina che vi dice cosa ne facciamo dei vostri dati. Che poi vorremmo farveli leggere per vedere se vi riconoscete.
Ecco qui (leggetele) le nostre linee guida sui cookies